ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Trump sapeva che Flynn aveva mentito all'Fbi?

Lettura in corso:

Trump sapeva che Flynn aveva mentito all'Fbi?

Dimensioni di testo Aa Aa

Trump continua a ripeterlo: " nessuna collusione con la Russia". Il Presidente risponde così a chi gli chiede se è preoccupato per gli ultimi sviluppi. I motivi infatti ci sono: Il suo ex consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn ha infatti ammesso di aver mentito sui contatti avuti con Mosca.

Il timore di Trump è che quest'ultimo possa fare ulteriori rivelazioni al procuratore speciale per il Russiagate, Muller dopo aver detto di essere disponibile a collaborare.

Poco dopo in una dichiarazione su Twitter - Trump spiega perchè avrebbe cacciato Flynn: "L'ho dovuto licenziare perché ha mentito al Vicepresidente e all'Fbi".

Nelle ultime ore la dichiarazione ha scatenato critiche e speculazioni. Secondo alcuni esperti legali, citati da Reuters, il commento del presidente anche se poco chiaro, potrebbe suggerire che Trump sapeva che Flynn aveva mentito all'Fbi prima di chiedere a Comey l'ex direttore dell'agenzia di intelligence di non indagare sul conto dell'ex consigliere.

Se questo fosse confermato, Trump potrebbe essere accusato di ostruzione alla giustizia, impedendone di fatto la legittima amministrazione.

Comey venne licenziato in tronco da Trump lo scorso maggio, all'epoca stava indagando sui legami tra il neo presidente e la Russia. Un mese dopo in audizione davanti alla Commissione intelligence del caso Russiagate, l'ex capo dell'Fbi dirà che Trump non gli chiese di insabbiare l'inchiesta, ma solo di glissare sul caso Flynn.

Uno degli avvocati di Trump ha spiegato che il presidente con quel tweet voleva parafrasare una dichiarazione di venerdì di Ty Cobb, il consigliere speciale della Casa Bianca che però in quella circostanza specifica non avrebeb fatto riferimento all'Fbi.

Nelle ultime ore, è stato ipotizzato che sarebbe stato Jared Kushner a chiedere a Flynn di incontrare i funzionari del governo russo. L'ex consigliere non fa il suo nome, ma il riferimento implicito negli atti giudiziari riguardanti la sua testimonianza, fanno pensare al genero di Trump.