ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il paesino svizzero approva la mozione: sì al finanziamento se vi trasferite ad Albinen

Lettura in corso:

Il paesino svizzero approva la mozione: sì al finanziamento se vi trasferite ad Albinen

© Copyright :
Wikimedia Commons
Dimensioni di testo Aa Aa

Con 71 sì e 29 no è passata nel consiglio comunale di Albinen, Svizzera, la proposta di finanziamento di circa 60mila euro per ciascun nucleo familiare che desideri trasferirsi nel villaggio alpino da 250 abitanti.

Ma non fermatevi qui a leggere. 

Gli abitanti si sono detti piuttosto arrabbiati per la copertura mediatica della notizia, che aveva fatto il giro del mondo la settimana scorsa.

"60mila euro se vi trasferite in questo minuscolo paesino svizzero" del Canton Vallese", abbiamo titolato qui a euronews. Molti però non hanno letto oltre, ignorando le condizioni alla base della proposta (peraltro specificate nell'articolo). Tra esse: avere meno di 45 anni di età, essere disposti a rimanere a Albinen per un minimo di dieci anni, acquistare o costruire un immobile del valore di almeno 200mila franchi (171.500 euro).

In questi giorni le autorità locali sono state letteralmente prese d'assalto dalle richieste provenienti da ovunque nel mondo, la maggior parte delle quali provenienti da persone che non avevano la più pallida idea dei vincoli da soddisfare. Alcuni si sono effettivamente presentati ad Albinen e sono stati visti aggirarsi per il paese con aria curiosa. Brasiliani, italiani, camerunensi, belgi. 

Alle 22 di ieri sera, 30 novembre, la mozione è passata nel consiglio cittadino. Inizialmente si è pensato di bloccare l'accesso ai giornalisti, ma l'idea è stata subito accantonata. Cento i partecipanti alla votazione. 

Beat Jost, presidente dell'assemblea, ha detto che la gente è stata portata a pensare che l'unica condizione per ricevere i 70mila franchi fosse quella di trasferirsi lì, in mezzo alle Alpi, a 3h e mezza da Milano. 

Sul suo sito ufficiale, l'amministrazione di Albinen stima che nel prossimo lustro solamente 5 o 10 famiglie saranno in grado di beneficiare dell'aiuto che sarà erogato però, come detto, a fronte di un investimento minimo di almeno 200mila franchi svizzeri. 

"Non siamo stati contattati da nessuna redazione", scrivono sul sito. "I regolamenti proposti fissano linee guida rigorose e condizioni chiare - anche a causa delle limitate risorse finanziarie della nostra piccola comunità".

E' necessario inoltre avere un visto svizzero di tipo C e un giustificativo del credito bancario. "Solamente una richiesta su 100 tra quelle ricevute nei giorni scorsi è seriamente ammissibile per ottenere il finanziamento".