ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nel cuore del vintage, ecco l'ultima fabbrica di audiocassette dei Paesi Bassi!

Lettura in corso:

Nel cuore del vintage, ecco l'ultima fabbrica di audiocassette dei Paesi Bassi!

Dimensioni di testo Aa Aa

Nei Paesi Bassi, si trova una delle ultime fabbriche di audiocassette esistenti in Europa. Nei suoi anni d’oro, alla fine degli anni ’80, ha venduto circa 400.000 nastri all’anno, nel 2014 solo 2.000.
Ma la cassetta, oggetto di culto vintage, vive un’inaspettata riscoperta. Le sue vendite a livello mondiale stanno aumentando a un ritmo più veloce rispetto a qualsiasi altro supporto musicale.
L’anno scorso questa fabbrica ha venduto circa 15.000 pezzi. Motivo di orgoglio per il titolare, il 36enne Thomas Baur che mostra con orgoglio come si fa un’audiocassetta.

Thomas ha comprato la fabbrica più o meno per caso. Vide che era in vendita, contattò il proprietario per curiosità, solo per scoprire come funzionavano le macchine, e finì per comprare tutto. Thomas sin da bambino era pazzo per le cassette. Questo suo lavoro è iniziato come un hobby, poi è diventato un’occupazione a tempo pieno: “Dieci o otto anni fa, ho deciso di fare questo business: riparare apparecchiature audio vintage; una professione che nella società attuale si sta estinguendo, nessuno lo fa più. Questo è uno dei motivi per cui sto avendo abbastanza successo” – spiega Baur.
A quanto pare i clienti più affezionari di Thomas sono, chissà perché, gli amanti dell’heavy metal e dell’hard rock. Oltre, ovviamente, a tanti romantici… “Naturalmente parliamo di pezzi da nostalgici, perché le cassette non sono più l’unico modo di acquisire un suono: puoi scaricare, puoi comprare un CD, un disco, ma la cassetta è un mix di musica, emozioni e nostalgia”.

Ma come vengono usate, oggi, le cassette nel settore musicale? Thomas Baur spiega che a volte vengono offerte dalle band come gadget e su poi hanno un link per il download. Naturalmente la qualità non deve mai essere scadente. E qui arrivano le difficoltà perché la messa a punto di una macchina vecchia di 25 anni non è semplice…
Thomas Baur ci combatte ogni giorno: “Quando la macchina si sente veramente bene può produrre 400 cassette in un’ora, ma ieri mi ci è voluto tutto il giorno per farne 800! Malfunzionamento, problemi che non ero in grado di risolvere velocemente e cassette venute male, così ho dovuto farne di nuove, fermare la produzione, vedere cosa c‘è di sbagliato, risolvere il problema, provare di nuovo … Le parti non sono più disponibili, quindi devo trovare alternative, a volte quando riparo la macchina uso spago e plastica, e mi sento un MacGyver. Devi risolvere un problema con materiali che non sono più disponibili. “

Thomas, che di formazione è ingegnere, ha comprato la fabbrica per il prezzo di un’auto nuova. Ora è diventata un businness che non si sa come evolverà, lui spera in una riscoperta come per il vinile, le cui vendite sono in continua crescita.