ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brexit: l'Ue dà 10 giorni a Londra per progredire sulle questioni proritarie

Lettura in corso:

Brexit: l'Ue dà 10 giorni a Londra per progredire sulle questioni proritarie

Dimensioni di testo Aa Aa

Un accordo sulla Brexit in dicembre è possibile, ma è una sfida enorme. È il commento del presidente del Consiglio europeo Donald Tusk al termine di un incontro con la premier britannica Theresa May a Bruxelles. Sul tavolo le tre questioni prioritarie, in particolare il conto che Londra dovrà versare all’Unione europea.


“C‘è stata un’atmosfera molto positiva in questi colloqui – ha detto May all’uscita dalla riunione -, e la sensazione reale che vogliamo avanzare insieme. Io ho detto che onoreremo i nostri impegni. Ho detto che nessun paese, nessuno Stato membro dell’Unione deve temere che riceverà meno o dovrà pagare di più nell’attuale progetto di bilancio, e che onoreremo i nostri impegni”.

Riguardo la questione della frontiera irlandese, May ha detto che il Regno Unito non vuole una nuova barriera nell’isola. Ma le probabili imminenti elezioni anticipate in Irlanda rischiano di allungare i tempi. Tusk ha dato a May dieci giorni per vedere progressi su tutte le questioni prioritarie. Solo così si potrà passare alla seconda fase dei negoziati al vertice di metà dicembre. Ma sono ormai in pochi a crederci.