ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Del Ponte sull'ergastolo a Mladic: "Soddisfatta per le vittime"

Ai nostri microfoni l'ex procuratrice generale del Tpi esprime il suo sollievo per la sentenza al "Macellaio dei Balcani"

Lettura in corso:

Del Ponte sull'ergastolo a Mladic: "Soddisfatta per le vittime"

Dimensioni di testo Aa Aa

Una sentenza che rende onore alle vittime del "Macellaio dei Balcani". Così Carla Del Ponte, ex procuratrice generale del Tribunale penale internazionale dell'Aja per i crimini nella ex Jugoslavia, considera la condanna all'ergastolo di Ratko Mladic.

Del Ponte è stata a capo del Tpi dal 1999 al 2007.

"Sono molto soddisfatta, sono molto soddisfatta per le vittime - dice -, perché Mladic era rimasto l'ufficiale di più alto livello, dopo la morte di Milosevic, a essere responsabile dei crimini di guerra. Sono soddisfatta che abbia avuto una condanna a vita".

Il Tpi chiuderà definitivamente il 31 dicembre. La magistrata ticinese ricorda che cosa significasse avere a che fare con gli imputati accusati di crimini di guerra: "Quando parlavano, anche se parlavano molto poco, si percepiva la loro ideologia, le discriminazioni razziali che avevano perpetrato. Naturalmente nessuno si è mai pentito. Ho avuto solo un criminale che ha avuto rimorsi, che ha confessato i suoi crimini, e si è suicidato in carcere".