ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nigeria: almeno 50 i morti in un attentato suicida contro una moschea a Mubi, nel nord est del paese

Lettura in corso:

Nigeria: almeno 50 i morti in un attentato suicida contro una moschea a Mubi, nel nord est del paese

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono almeno 50 i morti e numerosi feriti riportati a seguito di un attentato suicida avvenuto nella Nigeria Nord orientale. Secondo fonti locali alle 5.20 del mattino un ragazzo di 17 anni ha azionato un giubbotto esplosivo e si è fatto esplodere presso la Moschea di Mubi, nello stato di Adamawa, durante la preghiera del mattino. Al momento nessun gruppo terroristico ha rivendicato l’attentato ma il sospetto è che dietro a questo massacro ci sia la mano di Boko Haram. L’organizzazione è presente sul territorio dal 2014, che è diventato un punto nevralgico per le sue attività. Mercati, moschee, parchi pubblici: Boko Haram colpisce sempre in luoghi affollati. Lo scorso attacco nello stetsso stato risale al dicembre scorso, quando due studentesse si sono fatte saltare in aria in un mercato, provocando la morte di 56 persone e ferendone decine.
Nel tentativo di creare uno stato islamico nella regione, nel 2009 Boko Haram ha condotto un’insurrezione nel Nord- Est della regione, uccidendo più di 20.000 persone e costringendo circa 2 milioni di persone e fuggire dalle loro case. Sebbene la roccaforte dell’organizzazione si trovi nello stato del Borno, fino al 2015 Boko Haram possedeva una consistente porzione di terreno anche in Adamawa. In seguito all’intervento dell’esercito nigeriano e del sostegno militare dei paesi vicini, i militanti sono stati cacciati dalla regione, di cui però non hanno totalmente perso il controllo.


#BREAKING At least 50 dead in northeast Nigeria mosque bombing: police— AFP news agency (@AFP) 21 novembre 2017