ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Judo, Grand Prix L'Aia: festa olandese con Polling e Franseen

A L’Aia seconda giornata del Grand Prix di judo.

Lettura in corso:

Judo, Grand Prix L'Aia: festa olandese con Polling e Franseen

Dimensioni di testo Aa Aa

A L’Aia seconda giornata del Grand Prix di judo. Sul tatami i judoka delle quattro categorie intermedie. La protagonista di giornata è stata l’olandese Kim Polling, che nella categoria fino a 70 chilogrammi ha dato vita alla finale più attesa dal pubblico di casa, quella contro la connazionale Sanne Van Dijk, campionessa europea in carica.

La Polling, che di titoli continentali in bacheca ne ha tre, ha dominato il combattimento fin dall’inizio, mettendo a segno tre waza-ari e non concedendo alcuna opportunità alla più giovane avversaria, numero uno del tabellone.

“Naturalmente è bello vincere a L’Aia – ha detto la vincitrice dopo la finale – anche se quello che conta è vincere, non importa dove. Qui però è speciale. La mia faccia è su tutti i poster, mi piace. E’ bello anche per i tifosi olandesi. Prima dovevano andare a Dusseldorf o Parigi, ora possono venire qui. Come nazione stiamo facendo un ottimo lavoro nel judo, è bello avere un nostro Grand Prix”.

Festa olandese completata da Juul Franseen, che si è aggiudicata l’oro anche nell’altra categoria femminile in programma, quella fino a 63 chilogrammi, battendo con uno shido al golden score la britannica Alice Schlesinger, favorita della vigilia. Una vittoria a cui ha assistito anche l’ex judoka Anicka Van Emden, bronzo nella stessa categoria a Rio 2016.

‘‘Sono felice ed orgogliosa che i Paesi Bassi abbiano finalmente il loro Grand Prix – ha detto la Van Emden – un paese come il nostro non poteva davvero aspettare ancora. Questo torneo darà una spinta ulteriore al movimento. Purtroppo mi sono ritirata un anno prima ma mi sono divertita anche a vedere le gare della mia categoria in tribuna. Sono felice per la mia amica Juul Franssen”.

Tra gli uomini successo di Khadbaatar Narankhuu nella categoria fino a 73 chilogrammi. In finale il judoka della Mongolia ha battuto Victor Scvortov degli Emirati Arabi Uniti con questo ippon messo a segno in meno di un minuto. Sono sei le medaglie già conquistate dai judoka mongoli a L’Aia. Nella categoria fino a 81 chilogrammi oro per il russo Ivan Vorobev, che in finale ha battuto per ippon il tedesco Dominic Ressel.