ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Judo: Grand Prix The Hague, successi per Ucraina, Turchia, Mongolia e Kosovo

Dopo un’assenza di sei anni, il judo ritorna a L’Aja, in Olanda, per il Grand Prix World Tour.

Lettura in corso:

Judo: Grand Prix The Hague, successi per Ucraina, Turchia, Mongolia e Kosovo

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo un’assenza di sei anni, il judo ritorna a L’Aja, in Olanda, per il Grand Prix World Tour.

La donna del giorno è nella circostanza la diciassettenne ucraina Daria Bilodid, che batte la numero 2 al mondo, Galbadrakh, nella finale – 48 kg.

La giovane sorprende l’esperta kazaka, mettendo a segno un waza-ari con un sapiente gioco di gambe che le vale la conquista della sua prima medaglia d’oro in un Grand Prix.

La Bilodid ha sicuramente un futuro brillante davanti a sé, ma per ora può godere del dolce sapore del successo.

Ad insignirla della medaglia d’oro, Bruno Bruins, Ministro dello sport nei Paesi Bassi.

Daria Bilodid, judoka:

‘‘Ho perso qui ai Campionati Mondiali senior e sono rimasta molto delusa dopo quella competizione: successivamente abbiamo approntato uno speciale piano di lavoro con i miei allenatori ed è stato molto difficile prepararsi, ma sono felice di averlo fatto, ho vinto e so che in futuro sarà ancora difficile”.

Sul fronte maschile, il turco Ozlu sconfigge il britannico Ashley Mckenzie e diventa il nostro uomo del giorno.

Un bel cambio di direzione nella finale della categoria -60 kg, che vede il vincitore mettere a segno un ippon perfetto, riportando il suo avversario all’indietro e facendolo atterrare sulla schiena per conquistare il conseguente oro.

A premiarlo, Rudmer Heerema, Deputato, responsabile per lo Sport e l’Istruzione nei Paesi Bassi.

Anche la Mongolia porta a casa l’oro nella categoria maschile -66 kg, grazie a Yondonperenlei, il quale esegue un’intelligente manovra ai danni del suo avversario russo Shamilov, superandolo per ippon.

Il Kosovo si accaparra gli ultimi 2 ori in palio, con Nora Gjakova tra le donne -57 kg, al cospetto della tedesca Theresa Stoll, e Distria Krasniqi nella categoria -52 kg, contro la spagnola Estrella Lopez Sheriff.

Dennis Van Der Geest, campione del mondo 2005:

“L’Olanda vanta una tradizione nel judo, rendendolo popolare in tutto il mondo, abbiamo avuto un Gran Premio per molti anni in cui ho gareggiato e ho vinto alcune volte, ho dei bei ricordi, non solo per le vittorie ma anche per la folla qui in Olanda: adorano il judo, penso sia molto importante che il Grand Prix sia di nuovo qui”.

L’unica possibilità per i judoka locali di vincere una medaglia nel corso della prima giornata è sfumata nel momento in cui il mongolo Dashdavaa ha brillantemente neutralizzato il giovane olandese Koffijberg per la conquista della medaglia di bronzo nella categoria -60 kg.