ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sul glifosato si divide l'UE: nessun accordo raggiunto

Lettura in corso:

Sul glifosato si divide l'UE: nessun accordo raggiunto

Dimensioni di testo Aa Aa

La battaglia sul glifosato divide l’Unione europea. Giovedì i 28 non sono riusciti a trovare un accordo sulla proposta della Commissione europea per l’estensione di altri 5 anni della licenza per l’uso dell’erbicida, accusato di causare il cancro. Ora il testo andrà al vaglio di un comitato di appello che pero’ opera secondo gli stessi principi del comitato degli esperti.“Non ci aspettiamo che la posizione degli Stati membri possa cambiare a questo punto – spiega Greeenpeace-. Pertanto la Commissione europea adesso dovrebbe ascoltare e trasformare la sua proposta in un divieto di uso del glifosato.
-Euronews: Quindi non si aspetta che il comitato di appello possa cambiare qualcosa in questi negoziati?
-No! Abbiamo già esperienza con il comitato di appello sugli OGM, sui pesticidi, e in generale le posizioni non cambiano “.
L’Italia ha ribadito il suo NO all’erbicida della Monsanto, mentre pesa come un macigno l’astensione Germania, nel pieno dei negoziati per formare la coalizione di governo. La speranza di Philippe Lamber, dei Verdi, è che gli Stati membri agiscano al di là degli interessi nazionali.
“Alcuni hanno cambiato idea, fortunatamente. Mi piacerebbe vederne altri, ma questo significa che quegli stati, penso alla Germania, devono fare i conti con la loro industria chimica e capire che il mondo sta cambiando”.
Ma il 15 dicembre, data di scadenza della licenza per l’uso del glifosato, si avvicina e la Commissione europea potrebbe comunque decidere di procedere con il rinnovo anche senza il consenso degli Stati membri.