ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spiava gli ispettori del fisco tedesco: condannato 007 svizzero

22 mesi con la condizionale, ma niente carcere. L'agente reo-confesso: "Per conto dei servizi segreti, ho spiato chi era sulle tracce degli evasori"

Lettura in corso:

Spiava gli ispettori del fisco tedesco: condannato 007 svizzero

Dimensioni di testo Aa Aa

Per conto dei servizi segreti elvetici spiava gli investigatori tedeschi sulle tracce degli evasori, che avevano collocato i loro risparmi in Svizzera. Un agente di Berna, che ha ammesso di aver raccolto informazioni su tre ispettori e un avvocato alle dipendenze delle autorità fiscali della Renania Settentrionale Vestfalia, è stato condannato a Francoforte a 22 mesi con la condizionale e a pagare 40.000 euro.

Soddisfatta la difesa del 54enne Daniel Moser, che celebra come traguardo il fatto di avergli evitato il carcere. “Alla luce della sua confessione era certo che ci sarebbe stata una condanna – commenta l’avvocato Robert Kain -. Il nostro obiettivo è sempre stato ottenere la condizionale”.

L’uomo ha ammesso di aver indagato per i servizi elvetici sulle scoperte dell’amministrazione fiscale renana, ma ha negato di aver collocato delle cimici nei suoi uffici. Dal suo arresto, ad aprile, ai ferri corti con Berlino, Berna continua a ribadire il suo massimo impegno contro l’evasione fiscale.