ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dalla cattedra al fronte: la cecchina di Bashar Al-Assad

La fede nel regime di Damasco l'ha indotta a lasciare l'università. I suoi insegnamenti, Roeada li dispensa oggi con un fucile di precisione

Lettura in corso:

Dalla cattedra al fronte: la cecchina di Bashar Al-Assad

Dimensioni di testo Aa Aa

Fucile di precisione e mimetica, invece di lavagna e gessetto. Roaeda, i suoi insegnamenti ha deciso di dispensarli al fronte e di metterli al servizio di Bachar Al-Assad. Docente universitaria catapultata in trincea dalla sua fede nel regime di Damasco, ha smesso gli abiti civili e indossato quelli del cecchino: unica donna, secondo difficilmente verificabili conti, a ricoprire questo ruolo in seno alle Forze Nazionali di Difesa siriane. Un orgoglio, racconta alle telecamere, poter mettere a frutto la sua abilità al tiro, per integrare la più importante milizia pro-governativa.



Qui una mappatura delle principali milizie che sostengono Bashar Al-Assad, realizzata dal think-tank Carnegie Middle East Center

Nate dalla fusione dei cosiddetti “Comitati popolari” con altri gruppi fedeli a Bachar Al-Assad, le Forze Nazionali di Difesa contano al loro interno un’importante presenza femminile. Creata ad Homs, la prima unità composta da sole donne, contava quattro anni fa oltre quattrocento elementi.