ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'inferno dei Rohingya

Il commissario europeo per gli aiuti umanitari impressionato dalla situazione dei profughi

Lettura in corso:

L'inferno dei Rohingya

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi dei Rohingia scuote le più alte istituzioni internazionali senza che nulla cambi.

Sono circa 800 mila i profughi provenienti dal Myanmar che hanno raggiunto il Bangladesh nel tentativo di arrivare ai campi profughi allestiti nello Stato.

“Il mio viaggio è durato 22 giorni, durante il quale mio padre è morto. Ho atteso al confine per 3 giorni”.

Le Ong cercano di soccorrore i profughi con acqua e cibo.

Christos Stylianides, commissario europeo agli Aiuti umanitari:

“Dobbiamo convincere il governo birmano che si tratta di una questione di diritti umani; diritti fondamentali. Concordo con il segretario generale delle Nazioni Unite Guterres: la parola per descrivere questa situazione è pulizia etnica”.

Per il commissario era la prima visita, Stylianides è rimasto sconcertato dallo stato di necessità dei profughi.