ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Puigdemont non andrà davanti ai giudici di Madrid

Lettura in corso:

Puigdemont non andrà davanti ai giudici di Madrid

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente deposto della Generalitat di Catalogna, Carles Puigdemont non si presenterà davanti ai giudici spagnoli che indagano sull’ipotesi di ribellione e sedizione.

Lo ha detto il suo avvocato belga, Paul Beckaert, qualche ora dopo che la giudice Carmen Lamela della Audiencia Nacional ha emesso un ordine di comparizione, giovedi, per Puigdemont e i cinque membri del suo governo riparati a Bruxelles.

Beckaert ha ribadito che non verrà presentata nessuna richiesta di asilo politico, e ha anticipato una strategia per impedire qualsiasi richiesta di estradizione”.

“Non andrâ a Madrid. Abbiamo proposto di sentirlo qua, in Belgio. È una possibilità. Non so se avverrà ma è possibile. Ci sono già stati casi analoghi in passato, per i quali sono stati svolti interrogatori di sospetti in Belgio”.

Intanto, mentre uno dei ministri del deposto governo, Joaquin Forn, torna a Barcellona, si studia la posizione giuridica di Puigdemont. Nel caso in cui giovedi non si presentasse, secondo fonti giudiziarie spagnole citate dalla stampa, le autorità emetterebbero un ordine di arresto europeo e lo notificherebbero al governo belga. Da quel momento scatta il termine dei 60 giorni entro i quali dovrebbe avvenire l’estradizione.

Sempre per giovedi è stata convocata dai magistrati anche Carme Forcadell, presidente del disciolto parlamento catalano. Secondo l’ordinamento spagnolo, i reati di ribellione e sedizione sono puniti con pene detentive fino a 30 anni di carcere.