ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Colombia: Farc potranno presentare candidati

Il CNE colombiano approva che la Farc presentino candidati per le elezioni

Lettura in corso:

Colombia: Farc potranno presentare candidati

Dimensioni di testo Aa Aa

Adesso è ufficiale, in Colombia il Consiglio Nazionale Elettorale ha dato il via libera alla presentazione di candidati delle ex Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC), ora diventate ufficialmente partito. Per 7 voti a favore e 2 contrari i suoi membri hanno approvato la relazione secondo cui le FARC hanno compiuto con la loro parte dell’accordo di pace siglato con il governo, smobilitando la guerriglia e consegnando le armi. Iniziano però a filtrare i termini dell’accordo che ha portato gli ex guerriglieri ad entrare nell’agone politico e al presidente Juan Manuel Santos a conquistare il Nobel per la pace. Fra queste il fatto che, per dodici anni, i termini dell’accordo resteranno intangibili fino al 2030. Uno di essi è quello di avere un numero di scranni sicuri al congresso che verranno loro concessi senza dover passare al vaglio elettorale.

E tutto questo malgrado il fatto che si moltiplichino gli attacchi di gruppi armati che si dicono scissionisti delle Farc e che intendono continuare la lotta armata. Parte dell’opinione pubblica colombiana comincia a dubitare che si sia trattato di un buon affare perché le Farc non solo non hanno indennizzato le vittime come ci si aspettava, ma neppure preso le distanze dai loro ex membri, che hanno deciso di continuare la lotta armata.

Molti ex guerriglieri si stanno riconvertendo alla vita civile, ma sono soprattutto i contadini delle zone sotto controllo Farc che hanno esultato. Una delle imposizioni nei loro confronti era infatti quella di pagare un’imposta rivoluzionaria o addirittura imporre scioperi rivoluzionari, di lunghezza indefinita con l’obiettivo di danneggiare lo stato, ma che finivano solo per impoverire chi viveva del frutto della terra.