ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone: cadaveri smembrati e teste decapitate, ipotesi serial killer

La scoperta della polizia, dopo la scomparsa di una giovane. Arrestato un ragazzo di 27 anni che si è dichiarato colpevole per un omicidio

Lettura in corso:

Giappone: cadaveri smembrati e teste decapitate, ipotesi serial killer

Dimensioni di testo Aa Aa

Almeno 9 nove corpi, in parte smembrati, sono stati ritovati in una abitazione nella periferia a sud di Tokyo nella località di Zama. I resti, incluse le teste decapitate di due donne, erano stati ammassati in alcuni contenitori refrigeranti all’ingresso dell’appartamento e in bagno.

La scoperta è stata fatta dalla polizia in seguito ad una perquisizione a casa di un giovane di 27 anni, Takahiro Shiraishi, attualmente in stato di fermo, dopo la scomparsa di una ragazza di 23 anni, con cui l’uomo aveva precedentemente scambiato dei messaggi su una piattaforma online. Il sospetto è che la donna sia tra le vittime, il cui corpo senza vita è stato trovato nell’appartamento. Nel corso dello scambio sui social, intercorso tra i due, la ragazza aveva espresso la volontà di compiere un gesto suicida in comune.

E’ stata trovata nell’appartamento una cassetta degli attrezzi: molti utensili sono stati usati per dissezionare i corpi. Shiraishi ha confessato l’uccisione di una sola persona, scrive “The Guardian”: https://www.theguardian.com/world/2017/oct/31/japan-man-arrested-nine-bodies-severed-heads-found-in-flat ma non è ancora chiaro se si sia dichiarato colpevole di tutti gli omicidi. I vicini di casa si sono allarmati per via del forte odore in arrivo dalla casa.

Anche se il Giappone può vantare uno dei tassi di criminalità più bassi del mondo, scrive il Guardian, di recente si sono verificati episodi di omicidio di alto profilo. Nel luglio dello scorso anno, un ex impiegato di 27 anni ha ucciso 19 persone e ne ha ferito più di 20 in una casa di cura per i disabili armato di coltello. Si tratta dell’uccisione di massa più grave nel Paese dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. Il processo non è ancora iniziato.