ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

TODO: Add variables

no comment

Kenya, bambini finiscono nel fuoco incrociato dei gas lacrimogeni

Un gruppo di alunni di una scuola locale si è trovato intrappolato nel fuoco incrociato degli scontri tra polizia keniana e i sostenitori dell’opposizione a Nairobi, lunedì 30 ottobre. I bambini stavano lasciando la loro scuola nel quartiere povero di Kwangware dopo aver finito il primo giorno di esami nazionali. Nel filmato si vedono gli studenti stringersi contro un muro mentre dei giornalisti cercano di far loro schermo con i propri corpi. Due ragazzine sono crollate al suolo dopo aver inalato il gas lacrimogeno sparato dalla polizia ai manifestanti. Sono state portate via dalle forze dell’ordine e dai reporter. Poco prima gli oppositori, che contestano il risultato delle elezioni, avevano lanciato pietre al convoglio di un funzionario governativo che aveva visitato una scuola in zona, spingendo la polizia alla ritorsione. Il lancio di sassi è continuato anche quando i bambini stavano cercando di lasciare l’istituto.

Intanto il presidente della Commissione elettorale del Kenya (Iebc), Wafula Chebukati, ha dichiarato che l’appena conclusa ripetizione delle elezione presidenziale è stata “libera e corretta”. Lo scrive il sito del quotidiano keniano Daily Nation prevedendo che la Commissione sta per dichiarare rieletto il presidente uscente Uhuru Kenyatta, con 98% dei voti espressi nella tornata boicottata dall’opposizione. L’annuncio verrà fatto senza i risultati di 25 circoscrizioni dell’ex-provincia di Nyanza, roccaforte dell’opposizione, dove giovedì scorso non si era votato, aggiunge il sito riferendosi a incidenti e violenze perpetrati per ottenere il boicottaggio del voto

Altri No Comment