ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fidanzati uccisi:difesa,Giosuè innocente

Lettura in corso:

Fidanzati uccisi:difesa,Giosuè innocente

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – UDINE, 30 OTT – “Il dolore non deve essere risarcitocon un colpevole ma con la giustizia” e, tra i vari, c‘è anche“il dolore di Ruotolo, detenuto innocente dal 7 marzo 2016”. Haaperto con queste parole l’avvocato Giuseppe Esposito, l’arringanel processo a carico del suo assistito Giosuè Ruotolo unicoimputato per il duplice omicidio dei fidanzati, Teresa Costanzae Trifone Ragone, uccisi la sera del 17 marzo 2015 nelparcheggio del palazzetto dello sport di Pordenone. “Voi aveteil compito più ingrato, quello di dare giustizia”, ha dettorivolgendosi ai giudici della Corte d’Assise in premessa. “Nonfarò leva sul dolore. Oltre al dolore dei familiari dellevittime, c‘è una terza famiglia che vive un enorme dolore. E c‘èil dolore di Ruotolo, detenuto innocente dal 7 marzo 2016”, haaggiunto prima di addentrarsi nel dettaglio delle circostanzeemerse nel dibattimento di un ‘processo indiziario’ in cui “sontante le cose da approfondire”, c‘è da “separare il vero dalfalso”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.