ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brucia il Piemonte, centinaia di evacuati

Roghi in Piemonte da otto giorni. Evacuato un intero paese, interrotta l'autostrada del Frejus. Fermato un sospetto piromane, in fiamme anche i boschi della Val d'Aosta e della Lombardia

Lettura in corso:

Brucia il Piemonte, centinaia di evacuati

Dimensioni di testo Aa Aa

Fiamme alte anche 20 metri che avanzano da 8 giorni aiutate dal vento; brucia il Piemonte, drammatica la situazione in Val di Susa; evacuato un intero paese di 650 abitanti, Mompantero, interrotta l’autostrada per il Frejus nel tratto tra Oulx e Chianocco, evacuata una casa di riposo per anziani a Susa con 180 ospiti.
Crisi anche in Val d’Aosta, con boschi che bruciano vicino al confine Svizzero e in Lombardia, province di Varese e Pavia, dove sono almeno 4 gli incendi che da giorni divorano la natura. Nella giornata di domenica c‘è stato il fermo di un sospetto piromane nel biellese.
«L’unico dato certo è che l’incendio è cominciato per mano dell’uomo. Faremo ogni sforzo per trovare il responsabile», si indaga per trovare l’innesco come per trovare un assassino, ha spiegato il colonnello Carlo Ferrucci, che indaga in Piemonte al quotidiano La Stampa. Non ci sono dubbi che i roghi siano dolosi. Innescati dall’uomo per moventi ancora ignoti e aiutati dalla siccità degli ultimi mesi.