ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Torture" gli atti della polizia a Bolzaneto

Lo scrive la Corte Europea dei Diritti Umani nella sentenza di condanna dell'Italia. Secondo i giudici lo Stato non ha condotto un'indagine efficace.

Lettura in corso:

"Torture" gli atti della polizia a Bolzaneto

Dimensioni di testo Aa Aa

Furono torture gli atti compiuti dalle forze dell’ordine 16 anni fa a Bolzaneto, secondo la Corte Europea dei Diritti Umani. Il tribunale con sede a Strasburgo ha condannato l’Italia per non aver condotto un’indagine efficace sulle azioni degli agenti durante il G8 del 2001 a Genova.

I ricorrenti hanno vissuto in un luogo di “non diritto” – la caserma di Bolzaneto – dove le garanzie più elementari furono sospese,
hanno scritto i giudici riconoscendo alle vittime risarcimenti per i danni morali tra i 10.000 e gli 85.000 euro a a testa.

La Corte europea dei diritti umani ha evidenziato anche che nessun agente è stato condannato perché è stato difficile identificarli
visto che a Bolzaneto non portavano segni distintivi sulle uniformi e perché non c‘è stata cooperazione della polizia con la magistratura.

A giugno il tribunale aveva condannato l’Italia per gli atti di tortura nella scuola Diaz, sostenendo che lo Stato non aveva punito in modo adeguato i responsabili.