ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Truffa cartellino, indagato capo vigili

Lettura in corso:

Truffa cartellino, indagato capo vigili

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ASTI, 18 OTT – L’agente timbrava il cartellino perpoi presentarsi al lavoro un’ora dopo. E già che c’era timbravaanche quello del suo capo, che però arrivava in ufficio due orepiù tardi perché residente a Torino. I furbetti del cartellinoscoperti dalla Guardia di Finanza sono il comandante dellapolizia municipale di Villanova, quasi 6 mila abitanti inprovincia di Asti, e un agente. Le fiamme gialle, su mandatodella procura astigiana, hanno notificato al primo un divieto didimora fuori dal Comune di Torino per il reato di truffaaggravata. Indagato, in concorso, il collega agente. Il trucco del cartellino andava avanti da un paio d’anni. Leindagini hanno accertato, secondo le Fiamme gialle “l’esistenzadi un’abituale e sistematica condotta illecita realizzatamediante false certificazioni delle presenze giornaliere inservizio al fine di far risultare la presenza dei pubbliciufficiali sul luogo di lavoro, quando, in realtà, eranoassenti”. Gli uffici dei due indagati sono stati perquisiti.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.