ULTIM'ORA

Juncker: l'Europa non può fare da mediatore in Catalogna

UE impotente quando è solo una delle due parti in causa a chiedere un negoziato, ha affermato il presidente della Commissione che ha parlato in Lussemburgo anche dei negoziati Brexit

Lettura in corso:

Juncker: l'Europa non può fare da mediatore in Catalogna

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, si è detto molto preoccupato dall’ipotesi della secessione catalana, ma ha anche ribadito che l’Europa non può fare da mediatore nella crisi quando è solo una delle due parti a chiederlo.

allviews Created with Sketch. Point of view

"Se permettiamo alla Catalogna di separarsi, altri faranno lo stesso. Non è quello che voglio"

Jean-Claude Juncker

Le sue dichiarazioni di questa mattina, 13 ottobre, arrivano dopo una settimana di tensione in cui il cerino dell’iniziativa è passato di mano in mano: prima Puidgemont ha annunciato l’indipendenza “sospesa”, quindi Rajoy ha chiesto all’esecutivo catalano di chiarire una volta per tutte le proprie intenzioni, dando un ultimatum di 5 giorni per la risposta definitiva.

Juncker ha incoraggiato il primo ministro Rajoy a riportare la situazione sotto controllo quella che viene considerata come una “questione interna”. Il presidente della Commissione UE si è anche soffermato sulla Brexit dopo l’annunciato nulla di fatto di ieri, ribadito in conferenza stampa dai due negoziatori Barnier e Davis. “Il Regno Unito deve pagare quello che deve all’UE prima di iniziare a parlare di una futura relazione dopo Brexit”.

“Gli inglesi stanno scoprendo, giorno dopo giorno, nuovi problemi. Questo il motivo delle lungaggini nei negoziati”, ha detto Juncker nel corso del suo discorso agli studenti nella nativa Lussemburgo. “Devono pagare, devono pagare, ma non in maniera impossibile. Non sono vendicativo, non odio i britannici”.

La diretta dell’incontro: