ULTIM'ORA

Volano tavoli e sedie durante una rissa tra ultrà calcistici

Violenta rissa ai margini della marcia per l’unità di Spagna a Barcellona

Lettura in corso:

Volano tavoli e sedie durante una rissa tra ultrà calcistici

Dimensioni di testo Aa Aa

AGGIORNAMENTO 13/10: Scrive El Español che i gruppi ultrà coinvolti appartengono al CE Sabadell, terza squadra catalana dopo Barcelona e Espanyol, e omologhi dell’Outlaw Madrid. Non sono coinvolti dunque tifosi del Valencia e dell’Atletico. Entrambe le fazioni di hooligans sono di estrema destra.

AGGIORNAMENTO ORE 16: La Vanguardia riporta che un agente sarebbe rimasto ferito in modo lieve. Inizialmente il quotidiano aveva diffuso la notizia di una lite tra gruppi di ultrà, legati a tifoserie calcistiche rivali. Altre fonti, poi smentite, hanno sostenuto che le persone coinvolte sarebbero state radicali di Yumus, fan del Valencia, opposti ai tifosi del Frente Atletico.

LA NOTIZIA: Un gruppo di giovani si è affrontato prendendosi a sediate questa mattina nel corso di una grande e spettacolare rissa in un caffè di Barcellona. Nel giro di pochi secondi la situazione è degenerata e sono volate sedie, tavoli, bandiere e qualsiasi oggetto a portata di mano.

Alla luce di quanto riportato dal quotidiano catalano, la battaglia non avrebbe motivazioni politiche, nonostante il clima teso in Catalogna dopo il referendum per l’indipendenza e i discorsi di Puigdemont e Rajoy degli ultimi due giorni.

L’incidente ha avuto luogo a margine della grande manifestazione in cui migliaia di persone hanno sfilato per le strade della città catalana, in coincidenza con la celebrazione del Día de la Hispanidad. Occasione per rivendicare l’unità della Spagna e rigettare ogni velleità indipendentista della Catalogna.

Al motto di “Catalogna sì, ma anche Spagna”, la marcia, convocata dalla organizzazione Sociedad Civil Catalana (SCC) e altre 10 entità diverse, ha percorso il Paseo de Gràcia, una delle principali arterie della città.
La sfilata si è svolta pacificamente e in un ambiente festivo, tranne per l’incidente raccontato da queste immagini. I manifestanti hanno portato bandiere spagnole e catalane, molti di loro indossavano magliette con la scritta “Rispetto”, sul davanti, e “Siamo spagnoli. Lavoriamo, soffriamo e lottiamo” dietro.

Durante la marcia, a cui si sono uniti rappresentanti dei diversi partiti e di alcune organizzazioni politiche, si sono sentiti cori come: “Non ingannateci, Catalogna è Spagna”, o “Puigdemont in carcere”, “Spagna è una e non 51”, e altri che inneggiavano la Re e alla Guardia Civile. La Spagna celebra oggi la propria festa nazionale. A Madrid, il re Felipe VI e Rajoy hanno partecipato alla grande marcia militare che abbiamo trasmesso in diretta su Facebook.