ULTIM'ORA

Lettura in corso:

La nuova opera di Ai Weiwei su migrazioni e barriere


Cult

La nuova opera di Ai Weiwei su migrazioni e barriere

Una imponente scultura simile a una gabbia dorata in uno degli ingressi di Central Park. E altre 300 installazioni sparse per tutta New York. La Grande Mela ospita fino all’11 febbraio le opere dell’artista e attivista cinese Ai Weiwei.


Il lavoro è stato creato con l’obiettivo di alzare il livello di attenzione riguardo la crisi globale dei migranti, come ha raccontato l’eclettico artista. “Penso che il mondo stia regrendendo in fatto di libertà, umanità, comprensione del nostro tempo. Così ho pensato di realizzare un opera che affrontasse questo problema”, ha dichiarato Ai Weiwei.


NY ha dovuto attendere ben 8 anni prima di riuscire ad ospitare la personale di Ai Weiwei, ma alla fine il sogno si è realizzato. “Ci sono opere sparse in tutti i quartieri, fa notare Nicholas Baume, direttore del Public Art Fund , e per questa mostra sono attesi milioni di persone.” La Gabbia Dorata è posizionata strategicamente a pochi passi dalla Trump Tower.


La nostra scelta

Prossimo Articolo
L'arte "esplosiva" di Guo-Qiang

Cult

L'arte "esplosiva" di Guo-Qiang