This content is not available in your region

Hammond: "Brexit? No a dispositivi di emergenza"

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Hammond: "Brexit? No a dispositivi di emergenza"

<p>Brexit e ripercussioni economiche. A riferire alla Commissione Parlamentare il ministro britannico delle finanze Philip Hammond che ha fatto il punto sui termini dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea i cui negoziati hanno fatto progressi lenti prima della scadenza del marzo 2019. </p> <p><strong><span class="caps">PHILIP</span> <span class="caps">HAMMOND</span>, <span class="caps">MINISTRO</span> <span class="caps">FINANZE</span></strong><br /> <em>“Alcuni mi suggeriscono di spendere soldi semplicemente per inviare un messaggio all’UE che vogliamo rafforzare le capacità di confine e le dogane. Ma io non sono per questi dispositivi di emergenza. Credo che l’Unione europea sappia cosa intendiamo come impresa”.</em></p> <p>Nello stesso momento si è parlato di Brexit anche in Germania dove la ministra dell’economia ha presentato le previsioni aggiornate del governo tedesco sulla crescita .</p> <p><strong><span class="caps">BRIGITTE</span> <span class="caps">ZYPRIES</span>, <span class="caps">MINISTRO</span> <span class="caps">ECONOMIA</span></strong><br /> <em>“Con la Brexit le cose non saranno così difficili per l’Europa come per la Gran Bretagna”.</em></p> <p>Tornando a Londra, tra gli scenari peggiori del dopo Brexit, ha detto Hammond, ci sarebbe la possibilità di uno stop dei voli aerei fra Gran Bretagna e Unione Europea quando il Regno Unito lascerà ufficialmente il ‘club’ dei 28.</p>