ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'esodo senza fine dei Rohingya, solo lunedì 11.000 arrivi in Bangladesh

Le Nazioni Unite preoccupate per la nuova ondata di arrivi e i traumi riscontrati

Lettura in corso:

L'esodo senza fine dei Rohingya, solo lunedì 11.000 arrivi in Bangladesh

Dimensioni di testo Aa Aa

Nonostante il mantenimento del cessate il fuoco e gli sforzi del governo del Myanmar, prosegue l’esodo verso il Bangladesh dei Rohingya. L’Alto Commissariato dell’Onu per i rifugiati (UNHCR) ha reso noto che nella sola giornata di lunedì, oltre 11.000 persone della minoranza etnica di religione islamica hanno attraversato il confine, entrando in territorio bengalese. Le Nazioni Unite stanno dando tutto l’appoggio possibile, ma la situazione resta molto preoccupante.

“Siamo di nuovo in una situazione di massima allerta, per quanto riguarda il flusso dei rifugiati. 11.000 in un solo giorno sono tantissimi. Durante queste sei settimane di emergenza, abbiamo visto un elevato numero di Rohingya arrivare e dobbiamo sicuramente essere pronti per nuovi arrivi. Tra coloro che hanno passato il confine, abbiamo riscontrato ferite e traumi’‘, ha dichiarato il portavoce dell’UNHRC, Adrian Edwards.


Traumi espressi attraverso le mani di alcuni bambini, che vivono in un campo profughi in Bangladesh. Scene di guerra e distruzione, i soggetti rappresentati nei disegni dei piccoli Rohingya che hanno vissuto un’esperienza orribile. Alcuni di loro hanno perso membri della propria famiglia, uccisi dai soldati birmani.

Intanto il governo del Myanmar ha organizzato una cerimonia inter-religiosa, per placare le tensioni tra buddisti e musulmani, anche se la soluzione sembra essere ancora lontana.