ULTIM'ORA

Judo: Grand Prix di Tashkent, largo ai giovani

Nel primo giorno del Grand prix di judo di Tashkent, l’uomo del giorno è Dzimitry Minkou, che ha conquistato la sua prima medaglia d’oro nel World Tour.

Lettura in corso:

Judo: Grand Prix di Tashkent, largo ai giovani

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel primo giorno del Grand prix di judo di Tashkent, l’uomo del giorno è Dzimitry Minkou, che ha conquistato la sua prima medaglia d’oro nel World Tour. Il bielorusso ha sconfitto il mongolo Kherlen Ganbold nella finale della categoria 66 kg, dopo un finale thriller. Dopo aver preso il comando dell’incontro con un waza ari, Minkou si è ripetuto, andando a vincere. Ad appena 21 anni, si tratta del momento piu’ alto della carriera per il bielorusso, che nel 2016 si era laureato campione europeo junior: “Quando hai di fronte degli avversari mongoli è sempre molto difficile. Ma oggi ho sfruttato bene la mia tecnica e sono stato piu’ furbo di lui”, ha detto Minkou.

La Woman of the day è Betina Temelkova, che ha battuto Agata Perenc nella finale dei 52 kg grazie a un fantastico ippon. L’israeliana è un’altra delle stelle emergenti del judo mondiale che ha dato spettacolo sul tatami dell’Uzbekistan. A 20 anni, Temelkova ha conquistato la sua prima medaglia nel World Tour: visto il talento espresso questo venerdi’, il suo è un nome di cui sentiremo nuovamente parlare. “Questa tecnica è qualcosa di speciale – ha detto Temelkova -. Tutti hanno una mossa preferita e questa è la mia. Questa medaglia mi dà molta fiducia: è la prima a livello senior e spero di continuare cosi’. Voglio rendere orgoglioso il mio paese”

Dopo tanti giovani, spazio anche a una veterana del tatami. Nella categoria 48 kg donne, successo per Urantsetseg Munkhbat. La mongola, campionessa del mondo nel 2013, ha aggiunto un altro trionfo alla sua importante bacheca grazie al successo in finale contro la numero 1 del mondo, la serba Milicia Nikolic, batuta grazie a un ippon.

Nella categoria 60 kg uomini, medaglia d’oro per Vugar Shirinli. L’azero ha superato in finale per waza ari il russo Islam Yashuev. Per Shirinli si tratta del primo successo nel World Tour. Lo scorso anno, l’azero si era imposto a Buenos Aires nei giochi panamericani.

Il move of the day è di Anna Borowska. La polacca è stata protagonista di un favoloso Osoto gari dopo tre minuti di golden score che le ha consentito di vincere in semifinale contro Giulia Caggiano. Borowska ha poi continuato la sua corsa in finale, vincendo il titolo contro l’israeliana Nelson Levy. Per la 21enne azzurra, invece, un amaro quarto posto dopo aver perso la finalina per il bronzo con la slovena Kajzer.