ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Donald Trump con i militari: "È la calma prima della tempesta"

Quale tempesta? Lo scoprirete, ha detto il presidente USA

Lettura in corso:

Donald Trump con i militari: "È la calma prima della tempesta"

Dimensioni di testo Aa Aa

Qualche ora prima l’annuncio del nobel per la Pace al comitato per il disarmo nucleare, dall’altra parte dell’oceano il Presidente USA Donald Trump – dopo aver discusso di Iran e Corea del Nord con i vertici militari – si è messo in posa per una foto di gruppo definendo il momento: “la calma prima della tempesta”.


“Sapete cosa rappresenta”, ha chiesto prima di cena a cronisti riuniti alla Casa Bianca per fotografarlo, insieme alla moglie Melania Trump, insieme ai militari in uniforme e alle loro spose. “Forse è la calma prima della tempesta”.
“Quale tempesta?” “Lo scoprirete”, ha risposto Trump.

Intanto la musica classica si diffondeva in sottofondo e i tavoli venivano preparati nell’adiacente Blue Room per la cena formale. La Casa Bianca non ha risposto immediatamente alla richiesta di un chiarimento circa la dichiarazione del Presidente. Poco prima, sedendo con i funzionari della difesa nella stanza di Gabinetto, Trump ha parlato della minaccia nordcoreana e di come impedire all’Iran di avere un’arma atomica. “In Corea del Nord il nostro obiettivo è la denuclearizzazione. Non possiamo permettere che questa dittatura minacci la nostra Nazione o i nostri alleati con perdite di vite umane inimmaginabili. Dobbiamo fare tutto il possibile per evitarlo. E lo faremo, se necessario, credetemi”, ha detto.


Nel suo discorso alle Nazioni Unite lo scorso mese, Trump ha affermato che gli Stati Uniti avrebbero “distrutto completamente” la Corea del Nord se necessario. Il Presidente, giovedì, ha avuto parole dure anche per l’Iran, dichiarando che lo stato asiatico non avrebbe rispettato lo spirito degli accordi con le potenze mondiali per ridimensionare il proprio programma nucleare. Un alto funzionario ha fatto capire che Trump avrebbe presto annunciato la rottura dell’accordo con Hassan Rouhani.

Il tycoon si è circondato di generali, piazzandoli nei posti chiave della sua amministrazione. Tra essi, il capo dello staff, il generale in pensione John Kelly, e il consigliere per la sicurezza nazionale, H.R. McMaster. McMaster, che di solito veste abiti civili alla Casa Bianca, indossava l’uniforme per questo incontro.

Senza entrare nei dettagli, Trump ha sollecitato i capi militari a fornirgli “opzioni militari” velocemente, all’occorrenza. “Andando avanti, mi aspetto che mi forniate una gran ventaglio di opzioni militari, quando necessario, e ad un ritmo più rapido. So che la burocrazia governativa è lenta, ma ho bisogno di voi per aggirare l’ostacolo della burocrazia”, ha dichiarato durante il meeting di gabinetto.