ULTIM'ORA

Glifosato si, glifosato no: l'uso dell'erbicida al vaglio della Commissione UE

L'esecutivo europeo dovrà decidere se rinnovare la licenza per l'uso dell'erbicida all'interno del territorio UE

Lettura in corso:

Glifosato si, glifosato no: l'uso dell'erbicida al vaglio della Commissione UE

Dimensioni di testo Aa Aa

La battaglia sul Glifosato divide gli stati membri. Entro i primi di novembre la Commissione europea dovrà decidere se rinnovare la licenza per l’uso dell’erbicida più diffuso al mondo prodotto dalla Monsanto, che secondo alcuni studi causerebbe il cancro. Ad opporsi alla proposta dell’esecutivo europeo sono Francia, Italia, Austria e Lussemburgo, mentre la Germania è troppo presa dalla formazione di una colaizione interna per poter prendere una posizione definitiva al riguardo. Intanto negli Stati Uniti molte persone hanno trascinato la multinazionale in tribunale. Come John Bart, agricoltore, che si è recato a Bruxelles per parlare della sua esperienza. Dopo aver spruzzato la sostanza per oltre 50 anni, ha sviluppato un linfoma, un tumore molto aggressivo che attacca i linfonodi.
“Esistono immagini molto chiare sui danni causati dal fumo fumo ma è la gente a decidere se fumare o meno. Ti dicono: guarda che cosa succede. Il problema invece à che la Monsanto non ci ha avvertito di nulla. Mio figlio ha un grave problema alle ossa di una gamba. Abbiamo fatto molte analisi ma i medici non sanno ancora che cosa stia causando questo forte dolore . E io penso mio Dio…mi scusi, non ce la faccio a parlare”.
Il suo avvocato ha pubblicato le email interne e altri documenti dai quali risulta che la Monsanto sapeva degli effetti cancerogeni dei suoi prodotti ma che aveva fatto pressioni sull’autorità regolamentare affinchè chiudesse un occhio.
“La cosa più inquietante che abbia mai visto – rivela Brent Wisner – è che i dipendenti della Monsanto si vantano della maniera in cui stanno ingannando il pubblico. Modificano i risultati delle ricerche presentate dagli scienziati della Monsanto in modo da poter dire: hey dovrei ricevere un bonus , dovresti darmi un aumento visto lo straordinario lavoro che sto facendo. Quelle recensioni sono fantascienza, stiamo parlando di giornali messi sotto pressione per ritirare la pubblicazione dei risultati delle ricerche o di rifiutare documenti sottoposti a una doppia revisione, stanno manipolando la scienza!”.
Il parlamento europeo ha invitato la Monsanto a presentarsi la prossima settimana per un’audizione ma la multinazionale ha rifiutato l’invito e non ha voluto rispondere alle domande di euronews.