ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Las Vegas: chi era Stephen Paddock?

Lettura in corso:

Las Vegas: chi era Stephen Paddock?

Dimensioni di testo Aa Aa

Il ritratto dell’uomo qualunque. Un tipo senza legami, che stava in casa, andava a scommetere a Las Vegas ogni tanto. Così il fratello descrive Stephen Paddock, l’autore presunto della peggiore sparatoria nella storia recente degli Stati Uniti.

Paddock, 64 anni, non aveva nè un passato nè un addestramento militari, non sono noti problemi con la giustizia. Nella stanza d’albergo dalla quale ha aperto il fuoco uccidendo decine di persone c’erano più di 19 fucili e pistole, due armi di precisione piazzate su cavalletto.

Gli inquirenti hanno perquisito la sua casa di Mesquite, in Nevada. Sarebbe stata rinvenuta un’altra arma con munizioni ma nulla di più. Il padre, Benjamin Patrick Paddock, era stato condannato per una serie di rapine in banca nel 1961. Fuggito di prigione è rimasto a lungo nella lista dei 10 massimi ricercati negli Usa.

“Era lui e basta. Non c‘è nessun legame, per lo meno per quel che ne posso sapere” dice il fratello Eric, ancora in stato di shock. “Non c‘è nessun legame con niente e nessuno, nessuna chiesa, nessuna religione, niente politica, niente di niente. Non ci posso credere”.

Al momento gli inquirenti non danno particolare credito ad una rivendicazione effettuata dall’autoproclamato Stato Islamico che ha descritto Paddock come uno dei suoi soldati e non risultano legami possibili con il terrorismo internazionale. Il movente resta ad ora un mistero tutto da indagare.