ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Corea del Sud tra "SMART CITY" e Olimpiadi in 5G


Sci-tech

Corea del Sud tra "SMART CITY" e Olimpiadi in 5G

La città di Busan, in Corea del Sud, ha ospitato quest’anno l’evento ITU Telecom World, una grande kermesse di settore, unendo governi, imprese tecnologiche e start-up per discutere di nuove tecnologie digitali. Soprattutto le tecnologie “Smart City”, destinate alla vita di tutti i giorni. Lo conferma Aidan Lew, manager di Lotte Data Communication: “La cosa piu importante per la buona tecnologia è permettere ai consumatori di averla con convenienza e sicurezza. I sud-coreani hanno già una buona esperienza dei dispositivi IoT (Internet of Things) e ora vogliono servizi e applicazioni di livello superiore”.

Una di queste sarà sicuramente la tecnologia 5G, il cui arrivo sul mercato è previsto per il 2020, forse persino prima. “Il 5G fornirà un ambiente iper-collegato per i consumatori”, spiega Chaesub Lee, dell’ufficio Telecomunicazioni di ITU. “Quindi tutti i cellulari che saranno connessi e utilizzati per la vita di tutti i giorni, dovranno essere connessi solo in 5G, non con altre tecnologie”. La prima prova del 5G nel mondo avverrà, del resto, proprio in Corea del Sud, per i Giochi Olimpici invernale del 2018, assegnati a Pyeongchang. “Proveremo ad installare la rete 5G per la prima volta al mondo”, dichiara soddisfatto Donjung Lee, strategy specialisti di KT Corporation, “per fornire i primi servizi di prova per il pubblico e per i partecipanti alle Olimpiadi”.

Sono in tanti, infatti, che guardano con grande interesse a queste “prove olimpiche” di 5G. Il mondo sembra pronto per un grande salto il avanti nella connettività.

La nostra scelta

Prossimo Articolo
Gigaworld: la rivoluzione che cambierà il nostro modo di vivere

Sci-tech

Gigaworld: la rivoluzione che cambierà il nostro modo di vivere