ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Corea del Sud tra "SMART CITY" e Olimpiadi in 5G

Lettura in corso:

Corea del Sud tra "SMART CITY" e Olimpiadi in 5G

Dimensioni di testo Aa Aa

All'ITU Telecom World di Busan, la tecnologia non conosce limiti

La città di Busan, in Corea del Sud, ha ospitato quest’anno l’evento ITU Telecom World, una grande kermesse di settore, unendo governi, imprese tecnologiche e start-up per discutere di nuove tecnologie digitali. Soprattutto le tecnologie “Smart City”, destinate alla vita di tutti i giorni. Lo conferma Aidan Lew, manager di Lotte Data Communication: “La cosa piu importante per la buona tecnologia è permettere ai consumatori di averla con convenienza e sicurezza. I sud-coreani hanno già una buona esperienza dei dispositivi IoT (Internet of Things) e ora vogliono servizi e applicazioni di livello superiore”.

Una di queste sarà sicuramente la tecnologia 5G, il cui arrivo sul mercato è previsto per il 2020, forse persino prima. “Il 5G fornirà un ambiente iper-collegato per i consumatori”, spiega Chaesub Lee, dell’ufficio Telecomunicazioni di ITU. “Quindi tutti i cellulari che saranno connessi e utilizzati per la vita di tutti i giorni, dovranno essere connessi solo in 5G, non con altre tecnologie”. La prima prova del 5G nel mondo avverrà, del resto, proprio in Corea del Sud, per i Giochi Olimpici invernale del 2018, assegnati a Pyeongchang. “Proveremo ad installare la rete 5G per la prima volta al mondo”, dichiara soddisfatto Donjung Lee, strategy specialisti di KT Corporation, “per fornire i primi servizi di prova per il pubblico e per i partecipanti alle Olimpiadi”.

Sono in tanti, infatti, che guardano con grande interesse a queste “prove olimpiche” di 5G. Il mondo sembra pronto per un grande salto il avanti nella connettività.