ULTIM'ORA

Porto Rico: accuse agli Stati Uniti. Aiuti troppo lenti

Ma Trump contrattacca e parla di risultati 'incredibili'

Lettura in corso:

Porto Rico: accuse agli Stati Uniti. Aiuti troppo lenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump respinge al mittente le critiche per la risposta della sua amministrazione all’emergenza Porto Rico, devastato dall’uragano Maria.
Aiuti troppo lenti – accusano in molti. Soltanto questo venerdì, la Marina Militare statunitense ha inviato la nave ospedaliera Comfort, attezzata con mille posti letto e 12 sale operatorie.

“La perdita di vite umane è sempre tragica – ha detto il capo della Casa Bianca – ma è stato incredibile il risultato che abbiamo ottenuto, con rispetto alla perdita di vite…le persone non potevano credere a quanto questo sia stato un successo”.

Nel territorio non incorporato degli Stati Uniti, a dieci giorni dal passaggio dell’Uragano, la maggior parte degli abitanti restano senza elettricità e acqua potabile. Il sindaco della capitale San Juan ribadisce che la situazione sull’isola è disastrosa e punta il dito contro Washington:

“Qui stiamo morendo – ha detto con voce rotta Carmen Yulin Cruz – e non riesco a capire come la più grande nazione al mondo non arrivi a comprendere la logistica di un’isola larga 100 miglia e lunga 35.

Chi può intanto cerca ancora una volta di fuggire dall’isola. Una nave da crociera, che ha caricato quasi 4.000 persone, farà scalo nelle altre isole Vergini flagellate dell’uragano, per attraccare martedì in Florida.
Il territorio statunitense ha un tasso di povertà del 45%, mentre quello di disoccupazione è pari al doppio della media degli Stati Uniti.