ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Referendum catalano: Madrid minaccia multe fino a 600.000 € per gli scrutatori

Il ministro della giustizia catalano ha annunciato la presentazione di una denuncia penale contro il procuratore dello stato spagnolo per "abuso di potere"

Lettura in corso:

Referendum catalano: Madrid minaccia multe fino a 600.000 € per gli scrutatori

Dimensioni di testo Aa Aa

Madrid minaccia multe fino a 600.000 euro per gli scrutatori impegnati nel referendum per l’indipendenza della Catalogna. L’avvertimento arriva nel giorno in cui il governo di Barcellona presenta le urne – made in china – per il voto di domenica.

Il ministro della giustizia catalano ha annunciato la presentazione di una denuncia penale contro il procuratore dello stato spagnolo per “abuso di potere”.

“Siamo convinti che i cittadini catalani andranno al voto domenica – dice il vice presidente del governo catalano, Oriol Junqueras – E lo faranno con lo stesso atteggiamento civile e sensibile che hanno sempre mostrato”.

Il portavoce del governo spagnolo avverte che il presidente catalano Carles Puigdemont ne “risponderà davanti ai tribunali”. Il premier Mariano Rajoy ha disertato il vertice europeo di Tallin per seguire gli avvenimenti.

“Comincio a dire che il 1° ottobre non si terrà alcun referendum in Catalogna – avverte il portavoce del governo Íñigo Méndez de Vigo – Quella consultazione è stata convocata illegalmente, come ha già detto il governo. Le leggi che sostengono questo referendum sono state sospese dalla Corte Costituzionale”.

Madrid è sicura che i Mossos d’Esquadra faranno rispettare la legge e il mandato del giudice di chiudere i seggi. Giovedì la Guardia Civil ha sequestrato 2 milioni e mezzo di schede elettorali, 4 milioni di buste e 100 urne,

In vista di domenica, Rajoy non esclude di adottare misure “esecutive”, mentre fino a ora aveva manifestato l’intenzione di agire “con prudenza”.