ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una fionda? Per quanto 'lieve', è reato

Lettura in corso:

Una fionda? Per quanto 'lieve', è reato

Una fionda? Per quanto 'lieve', è reato
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – TORINO, 27 SET – Fionda e pietre nello zaino sono“un fatto lieve” ma non “tenue”. La differenza è costata a unattivista No Tav un’ammenda di duemila euro per il porto di unoggetto non consentito – in base alla legge 110 del 1975 inmateria di armi – fra le montagne della Valle di Susa. Ladifesa, fra le altre cose, aveva chiesto la non punibilità per“particolare tenuità del fatto”, ma la Cassazione ha spiegatoche “uno stesso fatto può essere di lieve entità e non essere,al contempo, anche particolarmente tenue”. Lo zaino era stato recuperato dalle forze dell’ordine fra glioggetti abbandonati dai No Tav dopo un tafferuglio in prossimitàdel cantiere di Chiomonte. Il tribunale di Torino concluse chefionda e pietre (tre, di medie dimensioni) erano state portate“in previsione degli scontri”. L’imputato è stato individuatoperché nel sacco c’erano anche la carta di identità e la patentedi guida. Ha affermato di non sapere nulla della fionda, cheforse era stata nascosta da qualcun altro, ma non è statocreduto.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.