ULTIM'ORA

Milano vuole l'Ema

Una delegazione italiana arriva a Bruxelles per chiedere che Milano divenga sede dell'Ema

Lettura in corso:

Milano vuole l'Ema

Dimensioni di testo Aa Aa

Una delegazione di Milano sbarca a Bruxelles a pochi giorni dalla prima valutazione della Commissione europea per promuovere la propria candidatura ad ospitare l’Ema, l’Agenzia europea del farmaco che lascerà Londra per effetto della Brexit. Per il governatore della Regione Roberto Maroni il dossier milanese è senza dubbio il più forte. Il presidente della Lombardia si è recato in Belgio con il ministro della Salute Beatrice Lorenzin e con il sindaco Giuseppe Sala a presentare il progetto

La decisione sarà presa dai 27 paesi fra un paio di mesi, ma già alla fine di questa settimana l’esecutivo esprimerà un primo parere sulle 19 candidature. Le rivali più temibili? Amsterdam, Vienna, Copenaghen e Barcellona.

Il fiore all’occhiello della candidatura milanese è la sede proposta per ospitare l’Agenzia: il Pirellone. Il grattacielo a due passi dalla Stazione Centrale è la soluzione logistica più prestigiosa offerta all’Ema, anche a prezzi d’affitto scontati: dopo il primo anno gratis nel 2019, l’Agenzia arriverebbe a pagare nel 2022 un canone di sette milioni di euro, la metà di quanto attualmente versato a Londra.