ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attacco a colonia in Cisgiordania, Netanyahu accusa presidente Ap Abbas

Un palestinese ha ucciso a colpi di pistola un poliziotto e due guardie private. Hamas elogia l'azione.

Lettura in corso:

Attacco a colonia in Cisgiordania, Netanyahu accusa presidente Ap Abbas

Dimensioni di testo Aa Aa

Accuse di Israele all’Autorità Palestinese, elogi di Hamas all’assalitore dopo l’attacco contro una colonia israeliana in Cisgiordania, territorio palestinese occupato dallo Stato Ebraico.

Due guardie private e un poliziotto sono stati uccisi da un palestinese che lavorava nella colonia di Har Adar al momento dei controlli per l’accesso all’insediamento.

“Stiamo indagando sul caso e sulle sue implicazioni”, ha commentato il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu. “Possiamo affermare alcune cose con certezza, una è che la casa del terrorista sarà demolita. Quest’attacco omicida è il risultato fra l’altro dell’incitamento sistematico da parte dell’Autorità Palestinese e di altri elementi. Mi aspetto che Mahmoud Abbas condanni l’attacco e non cerchi di giustificarlo”.

I soldati israliani hanno perquisito una casa a Beit Surik, villaggio dove risiedeva il presunto aggressore. La sua azione è stata elogiata da Hamas, che controlla la Striscia di Gaza da dieci anni.

“È un’operazione coraggiosa, eroica e da lodare”, sostiene Fawzi Barhoum, portavoce di Hamas. “È il risultato naturale dei crimini dell’occupazione israeliana e delle violazioni contro il nostro popolo, la nostra terra, i nostri santuari, contro il nostro popolo a Gerusalemme e alla moschea di al-Aqsa”.

Il processo di pace è in una fase di stallo, mentre negli ultimi due anni le violenze hanno provocato la morte di 295 palestinesi, 50 israeliani e sette stranieri.