ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rohani sul nucleare: "L'accordo non si tocca"

All'Assemblea Generaele ONU, il presidente iraniano alza i toni e replica a Trump: "Se il testo salta, pronti a riprendere l'arricchimento dell'uranio"

Lettura in corso:

Rohani sul nucleare: "L'accordo non si tocca"

Dimensioni di testo Aa Aa

“Noi abbiamo sempre rispettato l’accordo. Pronti a reagire con fermezza, se qualcuno lo violerà”


“Se l’accordo sul nucleare salta, pronti a riprendere l’arricchimento dell’uranio. Peccato se accadesse a causa di canaglie novizie della politica internazionale”. Nel suo discorso all’Assemblea Generale ONU, il presidente Rouhani alza i toni e risponde per le rime a Trump, che martedì aveva definito il suo Iran uno “stato canaglia”.

“Non abbiamo ingannato nessuno e ci siamo sempre tenuti ai termini dell’accordo del 2015 – ha detto Rohani -. Dichiaro però davanti a questa platea che risponderemo con decisione e risolutezza a ogni sua eventuale violazione da parte di altri paesi”.

Rinegoziare o no? Trump: “Ho deciso, ma non ve lo dico”


Trump, che alla vigilia era tornato a definire l’accordo “uno dei peggiori mai firmati dagli Stati Uniti”, ha mercoledì detto di aver deciso se rinegoziarlo o meno, ma si è rifiutato di comunicare le sue conclusioni. Tempo limite è metà ottobre: poi due mesi, perché il Congresso valuti il ripristino delle sanzioni.


Il direttore della comunicazione di Trump sui social media, Dan Scavino Jr, ricorda su Twitter le posizioni espresse martedì dal Presidente: “Quello con l’Iran sul nucleare è uno dei peggiori accordi mai firmati dagli Stati Uniti”. Nello stesso discorso all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il Presidente USA aveva anche definito l’Iran “dittatura corrotta” e “regime assassino”

La Francia ribadisce: “Attenersi all’accordo, offre valide garanzie”

Qui il nostro servizio sulla prima volta all’Assemblea Generale ONU di Trump e Macron

“L’accordo va rispettato, perché è buono e offre valide garanzie”, ha replicato il Presidente francese Macron, sostanzialmente ribadendo quanto già detto all’Assemblea. L’unica possibile concessione di Parigi, quella di un “complemento” al testo, è però stata rispedita al mittente da Teheran. “Ogni parola di ogni frase è frutto di serratissimi negoziati – ha detto Rohani -. Ritirarne un solo mattone, farebbe crollare l’intero edificio”.