ULTIM'ORA

Kalashnikov: a Mosca una statua per l'ideatore

Cerimonia in pompa magna, con canti patriottici e picchetto militare. Il pope ortodosso che l'ha benedetta: "Un'arma santa"

Lettura in corso:

Kalashnikov: a Mosca una statua per l'ideatore

Dimensioni di testo Aa Aa

Il rullo di tamburi c’era. Il picchetto militare in alta uniforme pure. Mancava solo la raffica sparata in aria, dal mitra che la statua brandisce in favore di pubblico. Ad esservi ritratto è Mikhail Kalashnikov, padre del letale e immarciscibile AK-47, più noto come l’omonimo Kalashnikov, alla cui memoria Mosca ha voluto dedicare una scultura.

In sottofondo canti patriottici della Seconda Guerra Mondiale, alla cerimonia hanno partecipato anche il Ministro della cultura Vladimir Medinsky e un pope ortodosso, che nel benedirla ha parlato di “arma santa che ha difeso il Paese”. Con buona pace dei critici, che le rimproverano di inviare l’immagine di una Russia militarista e guerrafondaia. Manifestazioni di protesta, che erano state organizzate in concomitanza della cerimonia, si sono concluse con alcuni arresti.