ULTIM'ORA

Altre centinaia di Rohingya giungono a Cox’s Bazar, nel Bangladesh, per ricevere cibo e acqua. Qui opera il programma alimentare mondiale e gli accampamenti di fortuna sono innumerevoli. Le organizzazioni umanitarie temono che la situazione diventi incontrollobile.
Gli aiuti sono insufficienti e i rifugiati si precipitano verso i camion ogni volta che ne arriva uno carico di alimenti e di vestiti. Due bambini e una donna sono rimasti uccisi nella calca durante la distribuzione di aiuti. Secondo l’Alto Commissariato Onu per i rifugiati sono circa 400.000 i Rohingya che dal 25 agosto sono fuggiti dal Myanmar dove vengono considerati migranti irregolari e dove viene negata loro la cittadinanza.

Altri No Comment