ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yumi, il robot direttore d'orchestra

L'esecuzione de La Donna è Mobile è stata perfetta, ma il robot non è in grado di improvvisare

Lettura in corso:

Yumi, il robot direttore d'orchestra

Dimensioni di testo Aa Aa

Andrea Bocelli ha emozionato il Teatro Verdi di Pisa, ma qualcuno gli ha rubato la scena. Gli occhi erano tutti per Yumi, il primo robot direttore d’orchestra. È stata questa macchina progettata in Svizzera la star del concerto di beneficenza per Livorno.

Per imparare a usare la bacchetta Yumi ha avuto un maestro d’eccezione, Andrea Colombini: “La flessibilità delle braccia di Yumi è sorprendente – dice il direttore dell’Orchestra Filarmonica di Lucca – Non è nemmeno incredibile, ma impensabile per una macchina. È assolutamente fantastico e i tecnici sono stati fantastici a rendere tutto così perfetto, soprattutto nell’ampiezza e nella velocità del gesto che sono molto importanti”.

Yumi ha diretto l’Orchestra Filarmonica di Lucca in tre brani dei diciotto in programma.

L’esecuzione de La Donna è Mobile dal rigoletto di Verdi è stata perfetta. Ma è proprio la perfezione il limite di Yumi: il robot non è in grado di improvvisare e non saprebbe reagire a un improvviso cambiamento del tempo.