ULTIM'ORA

Bimbi migranti, rapporto shock: 77% vittima di sfruttamento

Il dossier presentato da Unicef e OIM racconta il destino dei piccoli migranti nel viagigo dall'Africa all'Europa. L'istanza: "aprire un corridoio umanitario per i minori sulla rotta del Mediterraneo"

Lettura in corso:

Bimbi migranti, rapporto shock: 77% vittima di sfruttamento

Dimensioni di testo Aa Aa

Lasciare il proprio Paese per un futuro ignoto in un altro continente. Non sapere se si arriverà vivi e, inoltre, subire ogni tipo di vessazione sulla rotta. Il rapporto Viaggi Strazianti presentato questo martedì da Unicef e Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), offre una percentuale agghiacciante: il 77 per cento dei migranti bambini, compresi i minori, ha subìto violenze, abusi, ed è stato oggetto di traffico lungo il viaggio dall’Africa all’Europa.
I piccoli migranti provenienti dall’area sub-sahariana sono i più bistrattati. Joy, 17 anni, è finita sulla strada: “Una donna mi aveva detto che sarei andata ad aiutarla come parrucchiera ma quando sono arrivata mi ha portato su una strada, mi ha detto di indossare la mia biancheria intima e poi mi ha ordinato di iniziare a camminare lungo la via”.
Alla luce delle 22mila testimonianze raccolte, l’Unicef con la direttrice dell’ufficio di Bruxelles Sandie Blanchet, si è scagliata contro le politiche europee di contenimento dei flussi che bloccano i migranti in Libia, dove il trattamento riservato loro è dei peggiori. Seconda istanza l’apertura di un corridoio umanitario per i minori migranti.