ULTIM'ORA

La Catalogna cerca sostegno da Bruxelles

La Catalogna si appresta a votare un referendum per l'indipendenza dalla Spagna ma manca il riconoscimento da parte della comunità internazionale e delle istituzioni europee

Lettura in corso:

La Catalogna cerca sostegno da Bruxelles

Dimensioni di testo Aa Aa

continuare a scrivere
La battaglia per la causa catalana passa anche per Bruxelles.
Circa cento persone sabato si sono riunite a pochi passi dalle istituzioni europee per chiedere il riconoscimento del referendum sull’indipendenza della regione, indetto dal governo catalano per il primo ottobre ma dichiarato illegale dalla corte costituzionale spagnola. Finora, però, nessuno sembra voler fare da mediatore tra Madrid e Barcellona. Sulla questione è intervenuto duramente il presidente del parlamento europeo Antonio Tajani, che su Twitter ha affermato : “ogni azione contro la Costituzione di uno Stato membro è un’azione contro il quadro giuridico dell’Unione europea”.

L’esecutivo europeo, invece, ritiene che l’argomento riguardi meramente gli affari interni spagnoli e da anni ripete sempre lo stesso mantra: una Catalogna indipendente non può entrare a far parte automaticamente dell’Unione europea. Un concetto ribadito recentemente dal suo portavoce, Margaritis Schinas: “Un’entità o un territorio che lascia uno degli Stati membri firmatari del trattato di adesione deve reintrodurre una richiesta e aspettare che si applichi l’intera procedura”.

Secondo i rappresentanti del governo catalano, Bruxelles sta trascurando una crisi nella quale, al contrario, potrebbe assumere un ruolo più decisivo e facilitare il dialogo in un clima politico interno che al momento è molto teso.

“Riteniamo che l’Europa possa avere un effetto positivo per smorzare le tensioni politiche ma purtropo finora non è stato cosi”, afferma Amadeu Altafaj, rappresentante della diplomazia catalana presso l’UE.

Come riferisce la nostra corrispondente, uno dei problemi dell’autonomia catalana è la mancanza di riconoscimento a livello internazionale: anche le istituzioni europee hanno negato il loro sostegno.