ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Torna il clown assassino di "It"


cinema

Torna il clown assassino di "It"

La passione tutta americana per sequel e remake ha spesso dato luogo a risultati terrificanti, nel senso di pessimi. Per questo il remake di It, di Stephen King, uno dei film di orrore di maggior successo di sempre, sembrava una scommessa folle. A cominciare dalla scelta del regista, quell’Andy Muschietti che nel 2013 si fece conoscere con lo splendido “Mama”. Muschietti viene dalla scuola di Benicio del Toro e, aiutato dalla moderna tecnologia, ha ricreato alla perfezione, amplificandole, le ambientazioni della provincia americana. Dove la banalità può nascondere l’orrore.

Così Muschietti: “Sono cresciuto negli anni ’80 ed è stato un periodo molto importante per me. Ci sono state talmente tante esperienze che restano vive per me. È stato un momento in cui ho smesso di essere un bambino per diventare un adulto”.

E It resta in fondo un film di formazione, sull’amicizia e sul diventare grandi. Con gli onnipresenti clown che ricompaiono.

Così una delle attrici: “È un film nostalgico, ha spaventato tante persone neglianni 80, la loro infanzia era basata su It e da quando c‘è questo film tutti se ne sono sono ricordati”.

It, nato come miniserie televisiva, ha avuto infiniti tentativi di imitazione. Il suo successo, come libro e come film, è stato quello di avere diversi livelli di lettura a partire dall’uso del clown, all’epoca un irriconoscibile Tim Curry.

Storie correlate:

La nostra scelta

Prossimo Articolo
Venezia: parata di stelle alla Mostra del Cinema

cinema

Venezia: parata di stelle alla Mostra del Cinema