ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Cina si moltiplicano i corsi per guidare i droni

Leggi più severe inquadrano l'uso dei droni

Lettura in corso:

In Cina si moltiplicano i corsi per guidare i droni

Dimensioni di testo Aa Aa

In Cina è la corsa a prendere il diplomino per guidare i droni.

Il governo cinese infatti ha detto basta al fai da te all’inizio dell’anno soprattutto in seguito a incidenti che hanno visto coinvolti droni spostatisi accidentalmente su tratte usate dagli aerei.

E una legge entrata in vigore a fine agosto prevede che i droni di uso civile di un certo peso siano registrati con nomi reali.

I corsi per usare i droni si sono moltiplicati in Cina, primo fabbricante al mondo dei cosidedetti veicoli aerei senza conducente.

GAO HUIQIANG
“Il direttore di un cantiere nella provincia di Anhui, per cui la mia impresa lavora, mi ha chiesto di inviargli riprese aeree ; noi abbiamo appena iniziato a usare i droni per cui qualcuno doveva prepararsi come si deve. Dal momento che le leggi e il quadro legale si è fatto più severo mi hanno chiesto di fare questo corso e prendere il diploma”.

Una volta registrato, il drone può alzarsi in volo tranquillamente; frequentare un corso resta comunque fondamentale e in Cina sono sicuri che il numero di iscrizioni aumenterà nei prossimi giorni in modo esponenziale.

Oltre 120 mila droni sono registrati in Cina contro i 77 mila negli Stati Uniti. Entro il 2019, il mercato dei droni della fotografia aerea, stando a stime, dovrebbe triplicare il proprio valore che oggi si aggira intorno ai 508 milioni di dollari .