ULTIM'ORA

Dayr az Zor liberata a metà

L'Esercito siriano ha rotto l'assedio dell'ultimo bastione Isis nell'est della Siria

Lettura in corso:

Dayr az Zor liberata a metà

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Esercito siriano ha rotto l’assedio
di Dayr az Zor, ultimo bastione Isis nell’est della Siria.

Le forze governative siriane, martedì mattina, si sono fatte largo fino alla base 137, grazie al preventivo lavoro di sminamento dei militari.

Si tratta della prima breccia aperta dalle forze lealiste, sostenute da Russia e Iran,
nelle difese dello ‘Stato islamico’ nell’area urbana di Dayr az
Zor. Città ricca di petrolio, la perdita di questo bastione dovrebbe far suonare il campanello d’allarme dei Jihaddisti.

Ali Mihoub, generale:

“Quest’importante risultato ci aiuta a elaborare una trasformazione strategica nella guerra contro il terrorismo confermando la capacità dell’esercito arabo siriano e dei suoi alleati e nella sua determinazione a sconfiggere il terrorismo”.

La città, che oggi conta più di 100 mila abitanti, è sotto assedio dal 2013, diivisa in due parti dal luglio del 2014, l’Isis ne controllava il 60% .

Una seconda enclave governativa, situata nella periferia sud della città, dove si trova l’aeroporto militare e 3 quartieri è ancora sotto assedio ma le forze governative non sono ancora arrivate.