ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Texas: tutti "pazzi" per Harvey

Gli Stati Uniti si apprestano a ricevere l'indesiderata visita dell'uragano, già diventato di categoria 4 su 5

Lettura in corso:

Texas: tutti "pazzi" per Harvey

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli Stati Uniti si apprestano a ricevere l’indesiderata visita dell’uragano Harvey, già diventato di categoria 4 su 5, che “atterrerà” sulla costa del Texas centrale con venti di circa 200 km/h, piogge per circa un metro ed onde assai elevate.

Scene tristemente note attanagliano da giorni la popolazione americana: evacuazioni di massa, corsa ai supermercati per le scorte di acqua e cibo, scuole chiuse, ospedali svuotati, aeroporti a singhiozzo.

Finanche le raffinerie della costa hanno sospeso le attività, con relativo aumento dei prezzi del carburante, mentre 700 uomini della Guardia Nazionale sono stati mobilitati e le rotte di alcune navi da crociera verrà deviata, al fine di evitarne l’impatto.

Il luogo del primo approdo di Harvey è stato individuato in Corpus Christi, tuttavia nel suo raggio d’azione ci sono città popolose come San Antonio, Austin e Houston.

La pericolosità dell’uragano, spiega il National Hurricane Center, sta nel fatto che stazionerà sulle aree interessate per giorni, causando potenziali inondazioni catastrofiche e complicando le operazioni di soccorso.

Gli Stati di Louisiana e Texas hanno dichiarato lo stato di emergenza e il Governatore texano, Greg Abbott, ha chiesto al Presidente Trump di annunciare la catastrofe naturale.

La Casa Bianca, dal canto proprio, si è detta pronta ad offrire tutti gli aiuti necessari.