ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brexit: in calo il saldo migratorio in Uk

Brexit: in calo il saldo migratorio in Uk

Lettura in corso:

Brexit: in calo il saldo migratorio in Uk

Dimensioni di testo Aa Aa

La prospettiva della Brexit fa calare l’immigrazione nel Regno Unito.
Aumentano i cittadini europei che lasciano il paese, e diminuisce il numero di coloro che arrivano.
Il saldo netto migratorio, negli ultimi 12 mesi, è sceso a 246.000 unità. Degli 81.000 in meno la metà sono cittadini europei.
Il calo più rilevante riguarda i cittadini di otto paesi dell’Europa dell’Est, ta cui Polonia e Ungheria, storicamente molto presenti in Gran Bretagna
Nella campagna elettorale per la Brexit la premier conservatrice Theresa May aveva promesso di ridurre a “decine di migliaia” i nuovi arrivi.
Una intenzione che è valsa a raccogliere un ampio sostegno sul voto per l’uscita, ma che ora non convince tutti.
L’uscita di Londra dall’Unione europea ha messo a disagio i non britannici, molti dei quali hanno deciso di andarsene.
Un effetto che per gli imprenditori non è positivo:
“Senza i tre milioni di cittadini europei nel Regno Unito si avrà un drastico calo dell’occupazione. Segno che il paese diventa meno attrattivo, e questo fa preoccupare”.
I settori maggiormente colpiti dalla fuga degli stranieri sono quelli delle costruzioni, dell’accoglienza alberghiera, e della sanità infermieristica.