ULTIM'ORA

Francia nazionalizza cantieri St Nazaire, per Italia decisione "incomprensibile"

Lettura in corso:

Francia nazionalizza cantieri St Nazaire, per Italia decisione "incomprensibile"

Dimensioni di testo Aa Aa

Protezionista in casa e liberista all’estero: la Francia decide di nazionalizzare “temporaneamente” i cantieri navali di Saint Nazaire dopo che l’Italia ha rifiutato la divisione paritaria messa sul tavolo da Parigi nella trattativa con Fincantieri.

Il ministro dell’economia Bruno Le Maire, che martedì sarà a Roma per riavviare i negoziati, ha detto di voler garantire i posti di lavoro in Francia:“La decisione di prelazione è temporanea. Deve darci il tempo di negoziare nelle migliori condizioni possibili la partecipazione di Fincantieri ai cantieri navali di Saint-Nazaire, con l’obiettivo di costruire quello che è sempre stato il progetto del presidente della Repubblica e del primo ministro. Costruire un progetto industriale europeo solido e ambizioso”.

Ma la nazionalizzazione, seppur tecnicamente praticabile, potrebbe suscitare critiche a Bruxelles per quanto riguarda il rispetto della libera circolazione dei capitali.

“Riteniamo grave e incomprensibile la decisione del governo francese di non dare seguito ad accordi già conclusi”, hanno affermato in una nota congiunta il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan e quello dello sviluppo economico Carlo Calenda.

“Abbiamo negoziato e concordato condizioni che adesso sembra che vengano meno”, ha commentato il ministro dell’Interno italiano Angelino Alfano. “Certamente quando si parla di libertà economiche e poi si passa dalla teoria alla pratica e questi sono gli esempi non mi pare che questo sia un fulgido esempio di consequenzialità”.

Per quanto riguarda invece le acquisizioni francesi in Italia dell’ultimo decennio queste sono sette volte maggiori di quelle italiane in Francia. Lo stop temporaneo a Fincantieri ha fatto chiudere il titolo dell’azienda in calo del 2,6%, perdite comunque più contenute rispetto a quelle di mercoledì (-8,67%).