ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Come sono cambiate le relazioni UE-Turchia dal fallito colpo di Stato

Intervista a Seda Gürkan, esperta dell'Università libera di Bruxelles

Lettura in corso:

Come sono cambiate le relazioni UE-Turchia dal fallito colpo di Stato

Dimensioni di testo Aa Aa

Un anno fa la Turchia assisteva ad un tentativo di colpo di stato, fallito con il ripristino del controllo da parte del presidente Erdogan e l’inizio della repressione nel Paese. Seda Gürkan, esperta dell’Università libera di Bruxelles spiega l’impatto di quell’evento nelle relazioni tra Turchia e l’ Unione europea.

Seda Gürkan, Università libera di Bruxelles:
“Non solo il governo turco, ma gran parte della società turca ha criticato l’Unione europea dopo il fallito colpo di Stato, per via della mancanza di solidarietà mostrata in quell’occasione. L’Unione europea ha condannato l’evento molto tardi e attraverso dichiarazioni molto deboli. Le prime visite ufficiali di solidarietà alla Turchia si sono svolte molto tardi, quasi 6 settimane dopo il fallito colpo di Stato”.

Gli eurodeputati hanno lanciato un allarme, chiedendo la sospensione dei negoziati di adesione all’Unione europea se la Turchia attuerà le modifiche costituzionali che ampliano i poteri del presidente.

Seda Gürkan, Università libera di Bruxelles:
“E’ un chiaro segno, è un chiaro avvertimento che nei prossimi anni le relazioni tra la Turchia e l’Unione europea potrebbero peggiorare e, cosa più importante, credo gli Stati europei e l’opinione pubblica hanno posto alcune condizioni aggiuntive per l’adesione della Turchia. Non solo il suo ingresso nell’ Unione europea, ma qualsiasi area concreta di cooperazione, come la modernizzazione dell’unione doganale o la questione della liberalizzazione dei visti potrebbe essere sottoposta a condizioni politiche piu rigorose “.

Tuttavia la Turchia rimane un partner essenziale per l’Unione europea, soprattutto visti gli accordi per gestire la crisi migratoria. Ma anche Ankara ha bisogno dell’Europa per rimanere ancorata all’Occidente.

Seda Gürkan, Università libera di Bruxelles:
“Il distacco dell’Unione europea dalla Turchia potrebbe ulteriormente destabilizzare il Paese. In altre parole, una Turchia politicamente e economicamente stabile andrebbe a beneficio dell’Unione europea”.