ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cecchino, uccide obiettivo a oltre 3 chilometri

Lettura in corso:

Cecchino, uccide obiettivo a oltre 3 chilometri

Dimensioni di testo Aa Aa

Ammazzare un essere umano che si trovi a oltre tre chilometri e mezzo di distanza. Si tratta del poco invidiabile record battuto da un soldato canadese di stanza in Iraq, un cecchino delle forze speciali di Ottawa che ha ucciso un membro dell’Isis stabilendo così la nuova distanza massima per il colpo mortale confermato dalla distanza più lunga, che in precedenza era detenuto da un soldato britannico. Il proiettile e’ stato sparato da un fucile di precisione ed ha impiegato meno di 10 secondi per raggiungere l’obiettivo, che si trovava a 3.540 metri di distanza.

Portato in auge dal film di Clint Eastwood, American Sniper, la figura del cecchino è assai controversa. Fondamentali per eliminare minacce strategiche sul terreno, i cecchini sono stati tristemente noti negli anni 90 durante la guerra nella ex Jugoslavia quando ferivano gravemente dei, spesso civili che uscivano per cercare del cibo in città assediate. Il loro obiettivo era quello di attirare i soccorritori per poi ucciderli, quando questi venivano in aiuto.

Il loro ruolo è definito dal codice militare. Si tratta di tiratori scelti che dovrebbero colpire minacce imminenti. Una regola che non è sempre stata rispettata.