ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Ungheria: a processo trafficanti accusati della morte di 71 migranti


Ungheria

Ungheria: a processo trafficanti accusati della morte di 71 migranti

In Ungheria è ai nastri di partenza il processo contro 11 persone, coinvolte nella morte di 71 migranti, ritrovati in un camion parcheggiato su un’autostrada in Austria.

Nell’agosto 2015, cinquantanove uomini, otto donne e quattro bambini originari di Siria, Iraq e Afghanistan morirono soffocati in uno scompartimento chiuso ermeticamente all’interno del mezzo.

La tragedia causò un’ondata di sdegno in tutta Europa, contribuendo all’apertura momentanea delle frontiere per centinaia di migliaia di migranti.

Undici uomini di origine bulgara, libanese e afghana devono rispondere del reato di tortura ed omicidio di fronte alla Corte d’Assise di Kecskemet, città dell’Ungheria meridionale dove fu noleggiato il camion.

La Procura ha già preannunciato che chiederà l’ergastolo senza benefici per “omicidio con aggravante della crudeltà” per quattro degli accusati.

Il processo si basa su un fascicolo di ben 59mila pagine.